Francesco Scialò

Project ON

Il malcostume, la mancanza di infrastrutture, microcriminalità diffusa, servizi pubblici inefficienti, così tante città nel mondo e ancor forse di più nella mia, giudicata la città più invivibile del paese. Questo ha fortemente stimolato, negli anni, la mia curiosità e la mia voglia di fare. Il progetto pensato per LIVE WORKS prende spunto da tutto questo ed in particolar modo dai così detti “parcheggi selvaggi”, molto fraquenti e molto diffusi e che danno un senso di profonda impotenza ai pedoni. Tutti noi, nei nostri desideri, incontrando un’ostacolo, che ci impedisce il transito, sulle strisce o sui marciapiede, vorremmo, in quel preciso istante, avere un attrezzo magico per far scomparire quella macchina così inopportunamente parcheggiata. Il mio progetto “ON”, nasce proprio da questo desiderio che consiste nell’attuare un taglio chirurgico sull’autovettura in modo da asportare ed eliminare quella parte che invade le strisce pedonali o il marciapiede, rendendo nuovamente l’accesso fruibile e sicuro.Naturalmente il progetto include e necessita di un’autovettura non casuale ma di un mezzo da rottamare trovato per tale scopo. Tutta l’azione performativa consiste nel ricreare le strisce pedonali, il posizionamento del mezzo, il taglio dell’autovettura e l’asportazione della parte che fa da ostacolo al passaggio pedonale, lasciando sul luogo per tutta la durata della residenza solo quella parte del veicolo parcheggiata regolarmente.