FACE Festival

Giovanni Cutrupi

La poetica di Giovanni Cutrupi si basa su un’attenta osservazione della realtà che ci circonda, un’indagine oculata su particolari che spesso la nostra attenzione tralascia. Soffermarsi, ponderare e soprattutto aspettare sono le parole chiave che legano tutto il modus operandi dell’artista. Attratto dalla quotidianità, dalle azioni semplici, egli indaga il rapporto uomo-spazio. Le immagini evocano

TERESA RIBUFFO

Guardando l’opera di Teresa Ribuffo, si percepisce immediatamente una delicata sensibilità. Un’arte aggraziata e diretta allo stesso tempo, capace di trasmettere con estrema semplicità “mondi” di bellezza e purezza estetica. È un’arte che travolge e coinvolge, un’arte fatta di minuzie e di oggetti unici: piccole stoffe, abitini di bambole, accessori da neonato, tutti elementi che

Gianfranco Scafidi – OMO (1 agosto)

OMO Performance realizzata da Gianfranco Scafidi in occasione della serata inaugurale del Face Festival, giorno 1 agosto alle ore 21:30 Durata: 50 min. circa Riflessioni dormienti    … Ricerca pensiero pace interazione natura madre vita accoglienza non più artista ma opera agli occhi dell’osservatore paura rituale religiosamente pagano morsi camminate impertinenti gratificazione simbolismo mimesi sensibilità empatia omo…

Maria Teresa Oliva

La linea-guida è stata la legge degli opposti, che sono insiti in ogni natura e che la scatola rivela come metafora dell’esistenza diventando rappresentazione dell’individuo. Esterno-Interno; Aperto-Chiuso.     Naturale-artificiale Legno,fibra vegetale,tela di sacco e vetro. Opaco-Lucido Contrasto fra elementi a breve durata, opachi, e acciaio, vetro a lunghissima durata, lucidi. Morbido-Pungente Feltro, chiodi, fil di ferro,resina.