DAL 29 LUGLIO AL 2 AGOSTO @ECOLANDIA

Teresa Ribuffo

El Descanso de la bailadora, installazione, Traje Flamenca, slip, scarpe, autoreggenti, Palazzo Pumarejo, Siviglia, 2012

 

La mia idea per il face festival è quella di evocare tramite suggestioni visive e sensoriali i quattro elementi; aria, acqua, fuoco e terra. Comunicherò tali suggestioni tramite un installazione, una perfomance, ed un quadro accompagnato da un audio.

Da qualche anno realizzo una ricerca antropologico artistica utilizzando come medium indumenti usati, vestiti di bambole, lenzuola e tutto ciò che è appartenenza, quotidianità, intimità. Potrei definire i miei quadri ritratti minimalisti, una figurazione scarna che possiede solo la forma evocata dalla propria materia tessile. Non ci sono volti, nemmeno paesaggi, sono solo soggetti epurati dalle contaminazioni cromatiche e soggettive. Ogni quadro è una sorta di rituale, una celebrazione che eternizza “l’ essere” ritratto. Le campiture acromatiche e la sintesi mi aiutano a non influenzare l’ osservatore che può cosi essere partecipe all’ opera inserendo le immagini della propria memoria . Il mio linguaggio “semplice” e diretto mi aiuta a comunicare con tutti, cerco chiarezza ed immediatezza. Per questo motivo cerco di utilizzare codici di semplice intuizione che possano essere più facilmente fruiti .

Immagino l' arte contemporanea come una medicina collettiva, come educazione al bello, ed alla civiltà.

Biografia

Teresa Deborah Ribuffo nasce il 6 febbraio del 1979 a Maratea (PZ). Le sue inclinazioni artistiche emergono fin dalla prima infanzia, inducendola a frequentare il liceo artistico “Mattia Preti” di Reggio Calabria. Nell’ 2003 consegue il Diploma di Laurea all’ Accademia di Belle Arti nella sezione di Pittura, subito dopo si abilita all’ insegnamento di Discipline Pittoriche ed inizia l’ attività artistica partecipando a numerose collettive ed importanti concorsi nazionale ed internazionali. Nel 2012 e nel 2013 è vincitrice di due borse di studio che la portano in Andalusia, in Spagna riesce in poco tempo a farsi notare con i suoi “Retratos Andaluces”, quadri-installazione acromatici con i quali l artista ritrae poeticamente le suggestioni andaluse. Nell’ Ottobre 2013 è selezionata per far parte del collettivo d’ artiste di Generando Arte di Madrid. Nel 2014 è invitata dalla rinomata critica d’ arte contemporanea Margarita Aizupuru all’ esposizione collettiva “Feminart” presso la fondazione d’ arte Cajasol di Siviglia nell’ aprile 2014. Nel Maggio 2014 viene selezionata dalla commissione Divag, per il progetto di promozione d’ arte Contemporanea della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Roma, con le opere Pareja e Maestranza . Attualmente prosegue le proprie ricerche artistiche tra Italia e Spagna. Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.

www.teresaribuffo.it

One response to “Teresa Ribuffo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.facefestival.org @Ecolandia Parco ludico tecnologico ambientale - Via Scopelliti (Arghillà) - 89135 Reggio di Calabria (RC)

Associazione Cat.On.A. - Via dei Garibaldini, 55 - 89135 Reggio di Calabria (RC)